facebook pixel
Fleet Manager Academy M test
Fleet Manager Academy M test
icona galleria immagini

SIFÀ alla 18esima edizione di Fleet Manager Academy a Milano - Foto

Il 15 marzo 2022, il Fleet Manager Academy – l’evento di aggiornamento e formazione professionale, dedicato agli acquirenti e ai gestori di flotte aziendali – ha aperto le porte dello storico Palazzo di Ghiaccio a Milano. L’evento, dopo due edizioni digitali dovute all’emergenza pandemica, si è svolto finalmente in presenza con l’obiettivo di mostrare a fleet manager e visitatori professionali tutte le ultime novità di case automobilistiche, società di noleggio e aziende fornitrici di beni e servizi alle flotte aziendali. La 18esima edizione ha riscosso un notevole successo con la partecipazione di quasi 600 professionisti del settore della mobilità aziendale, tra i quali 412 tra fleet manager e broker.

Anche SIFÀ – partner di Fleet Manager Academy – ha preso parte all’iniziativa svoltasi all’interno del caratteristico edificio stile Liberty milanese con uno stand dedicato e una nutrita presenza del suo management e della forza commerciale.

Che cos’è Fleet Manager Academy?

L’evento – organizzato da Econometrica - Uvet Events, in collaborazione con la testata Auto Aziendali Magazine e il Centro Studi Promotor – è patrocinato da AIAGA (Associazione Italiana degli Acquirenti e dei Gestori di Auto Aziendali) e da ANIASA (Associazione Nazionale dell’Industria dell’Autonoleggio e dei Servizi Automobilistici).

Ogni anno Fleet Manager Academy cambia forma, modellandosi alle esigenze del mercato, aggiornandosi nei contenuti per rimanere sempre al passo con i tempi e con le problematiche più attuali e proponendosi come un valido strumento di networking e di dibattito su tutte le tematiche relative alla gestione delle auto aziendali. L’evento offre ampio spazio a momenti di formazione professionale attraverso un ricco programma di seminari, workshop, convegni e tavole rotonde, condotte da docenti universitari, da esperti del settore, da fleet manager ed esponenti di aziende della filiera dell’automotive. In parallelo – dopo due anni di edizioni full digital in cui i nuovi modelli di auto venivano mostrati in aree espositive virtuali – quest’anno si è ritornati alla canonica esposizione fisica, con la possibilità di toccare i modelli di nuove auto aziendali e di conoscere direttamente i servizi e le soluzioni disponibili sul mercato.

Tematiche trattate e problematiche da risolvere

L’ultima edizione in presenza organizzata a Bologna si era concentrata su tematiche di attualità legate alla crisi dei microchip e al suo impatto sul mondo delle flotte; al ruolo del mobility manager per la gestione degli spostamenti casa-lavoro; alla crescita delle consegne dell’ultimo miglio e della mobilità elettrica e connessa. Quest’anno, invece, il focus dell’evento si è concentrato sull’impatto di Internet of Things e Intelligenza Artificiale sulla mobilità aziendale, sulle pesanti conseguenze che il mercato sta scontando a causa della crisi dei microchip ma anche sulle soluzioni al momento più concrete per affrontarla e superarla. Infine, si è discusso anche di telematica e connettività per la sicurezza delle flotte, car sharing e sanificazione negli anni dell’emergenza sanitaria e del boom delle auto elettriche e dei car subscription services.

Sono infatti state oggetto di grande interesse da parte dei partecipanti i seminari previsti nel corso della giornata, in particolare la Lectio Magistralis del prof. Giovanni Pau sul ruolo dei dati nella gestione di flotte elettriche, il seminario sulla mobilità aziendale alle prese con la crisi dei microchip e l’intervista del presidente del Centro Studi Promotor, Gian Primo Quagliano, al Presidente di ANIASA, Alberto Viano.

Tra i tanti spunti di riflessione trattati è emerso come nell’ultimo il numero di immatricolazioni di auto elettrificate sia aumentato anche grazie al servizio di noleggio. Il noleggio infatti favorisce la diffusione delle tecnologie a minor impatto ambientale nel nostro Paese. L’anno scorso in Italia, Il 29% delle elettriche pure, il 47% delle ibride plug-in e il 21% delle ibride elettriche sono state immatricolate proprio dal noleggio. Un settore che, come tutti, sta però risentendo pesantemente della crisi legata alla carenza dei semiconduttori e ha portato alla riduzione di vetture disponibili sia per gli operatori del Noleggio a Lungo Termine sia per quelli legati al Breve termine.

SIFÀ, da sempre al fianco dei Clienti per ogni esigenza di mobilità

Nonostante il periodo di forte instabilità determinato da diversi e complessi fattori – quali il perdurare dell’emergenza pandemica, la crisi dei microchip, il forte rincaro dei prezzi e la recente escalation militare in Ucraina – SIFÀ rimane fedelmente al fianco dei Clienti per ogni necessità e supporto. L’Azienda è stata pertanto molto lieta di poter partecipare nuovamente in presenza all’evento Fleet Manager Academy, proprio per confermare, nonostante le avversità del periodo, attenzione e vicinanza concrete ai Clienti grazie al suo approccio sartoriale e consulenziale in grado di fornire loro soluzioni ben calibrate sulle specifiche esigenze.

Team SIFÀ

Team SIFÀ

Seguici su Linkedin

TOPICS

Potrebbe interessarti anche

YOYO ENI ant

SIFÀ fornisce le nuove XEV YOYO a Enjoy, il car sharing elettrico di Eni

Leggi tutto

infrastrutture ricarica arrancano ant

Le auto elettriche aumentano, ma le infrastrutture arrancano

Leggi tutto

fringe-benefit anteprima

Fringe benefit auto aziendali: tutto quello che c’è da sapere

Leggi tutto