facebook pixel
incentivi 2021
incentivi 2021

Incentivi 2021: approvati i nuovi fondi anche per l’usato

Dopo l’approvazione da parte della Commissione Bilancio della Camera, nei giorni scorsi anche il Senato ha approvato il Decreto Sostegni Bis, dando in questo modo via libera al rifinanziamento dell’ecobonus auto.

Il Governo ha previsto di rifinanziare gli incentivi esauriti ad aprile e non rinnovati, mettendo a disposizione un pacchetto a beneficio di auto elettriche, auto non elettriche ma a impatto lieve e – in aggiunta rispetto all’ultimo decreto – anche di auto usate.

Un nuovo piano di incentivi si prepara a sostenere un mercato segnato profondamente dall’emergenza sanitaria che ha come obiettivo anche quello di ridurre il ‘green divide’ nel nostro Paese e accelerare concretamente il rinnovo del parco circolante, eliminando in questo modo dalla circolazione i veicoli meno efficienti e più inquinanti.

Analizziamo tutte le novità introdotte, quali sono i criteri per ottenere il bonus auto e come fare domanda.

Gli incentivi, nel dettaglio

La proroga del bonus auto approvata nella procedura di conversione in legge del Decreto Sostegni Bis garantisce la durata dell’incentivo per le auto fino al 31 dicembre 2021.

La grande novità riguarda i veicoli usati: infatti il bonus auto adesso è fruibile non solo per chi acquista in Italia un autoveicolo nuovo di fabbrica di categoria M1, speciale o commerciale di categoria N1, ma anche per chi ne acquista uno usato. Il fondo è stato rifinanziato con 350 milioni di euro e sarà ripartito per supportare l’acquisto di veicoli a ridotte o a zero emissioni, valutazione che sarà calcolata in base alle emissioni dei veicoli in grammi di anidride carbonica per chilometro. Nello specifico:

  • 60 milioni di euro saranno destinati all’acquisto (o anche locazione finanziaria) di autoveicoli con immissioni fino a 60 grammi di CO2 per km;
  • 200 milioni di euro per l’acquisto (o anche locazione finanziaria) di autoveicoli con emissioni da 61 a 135 grammi di CO2 per km;
  • 50 milioni di euro per l’acquisto (o anche in locazione finanziaria) di veicoli commerciali categoria N1 e veicoli speciali categoria M1 nuovi di fabbrica, di cui 15 milioni saranno riservati all’acquisto di veicoli esclusivamente elettrici (bonus auto elettriche);
  • 40 milioni di euro per l’acquisto di autoveicoli usati categoria M1 con classe non inferiore ad Euro 6 e con quotazione media di mercato non superiore a 25.000 euro. In questo caso sarà necessaria anche la contestuale rottamazione di un veicolo immatricolato prima del 1° gennaio 2011, intestato all'acquirente o a un suo famigliare convivente risultante da stato di famiglia da almeno 12 mesi. Infine, l’usato da acquistare non deve aver già beneficiato degli incentivi, ovvero quelli delle leggi 30 dicembre 2018 e 30 dicembre 2020.

L’importo unitario del bonus auto varia a seconda del grado di emissioni:

  • per i veicoli con immissioni da 0 a 60 grammi di CO2 per km: 2.000 euro;
  • per i veicoli con immissioni da 61 a 90 grammi di CO2 per km: 1.000 euro;
  • per i veicoli con immissioni da 91 a 160 grammi di CO2 per km: 750 euro.

Come fare domanda

Come previsto dalla Legge di Bilancio 2021, gli incentivi sono rivolti a chi acquista in Italia:

  • automobili di categoria M1;
  • veicoli commerciali categoria N1 e M1 speciali;

È possibile ottenere il bonus auto 2021 fino al 31 dicembre 2021 registrandosi sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico “Ecobonus”. La procedura è suddivisa in quattro fasi:

  • prenotazione dei contributi;
  • corresponsione dei contributi;
  • rimborso a venditore;
  • recupero del contributo.
Dopo aver effettuato la prenotazione, arriverà una ricevuta di registrazione secondo la disponibilità delle risorse: il contributo verrà quindi prima corrisposto al venditore e poi all’acquirente con una compensazione relativa al prezzo di acquisto. Le imprese costruttrici del veicolo rimborseranno il venditore che a sua volta recupererà l’importo sotto forma di credito di imposta.

Offerta di SIFÀ per i veicoli usati

SIFÀ, già a partire dal periodo più critico dell’emergenza pandemica, ha lanciato l’iniziativa del Noleggio a Lungo Termine di Veicoli usati di prima a scelta, con l’obiettivo di supportare il business di aziende e professionisti rispondendo alle necessità immediate in maniera rapida e senza le attese legate alla produzione e consegna di veicoli nuovi.

Per permettere di far fronte a improvvisi picchi di lavoro e potenziare la flotta in tempi rapidi, l’Azienda mette a disposizione una selezione di veicoli pari al nuovo, appartenenti alla flotta aziendale, subito disponibili e con manutenzioni in regola.

Una formula innovativa, che abbina il risparmio di un canone fisso sempre più conveniente rispetto al nuovo - con un risparmio di circa il 20% - a tutti i vantaggi e i servizi offerti dal Noleggio a Lungo Termine, con il valore aggiunto della consegna a domicilio del cliente.

SIFÀ mette poi anche a disposizione la possibilità di acquistare i veicoli usati: la sezione “Offerte usato” con proposte dedicate ad aziende e privati è disponibile sul nostro sito.

Team SIFÀ

Team SIFÀ

Seguici su Linkedin

TOPICS

Potrebbe interessarti anche

Fleet manager

Fleet Manager: un ruolo chiave per la gestione aziendale del parco auto

Leggi tutto

auto elettriche piu economiche 2021

Le auto elettriche più economiche da acquistare nel 2021

Leggi tutto

Noleggio Auto Elettriche

Noleggio Lungo Termine di auto elettriche: perchè conviene e le migliori offerte per privati e aziende

Leggi tutto