facebook pixel
Paolo Cuoghi
Paolo Cuoghi
icona video

Il Direttore Generale di SIFÀ Paolo Cuoghi intervistato da "Dare&Avere" - Video

"Dare&Avere" – il settimanale di Telereggio che approfondisce le notizie e le tematiche relative all’economia, al lavoro e alla finanza – ha intervistato il Direttore Generale di SIFÀ Paolo Cuoghi, il quale ha offerto una panoramica generale sulla situazione attuale del mercato automotive in questa fase di riapertura. Durante l’intervista si sono toccate diverse tematiche che interessano da vicino l’Azienda, come le difficoltà affrontate durante il periodo di crisi, i piani strategici messi in atto da SIFÀ e le più recenti problematiche del settore legate alla produzione dei veicoli nuovi, la partnership con Fondazione Umberto Veronesi, in ottica di Responsabilità Sociale d’Impresa, e i progetti promossi dall’Azienda nell’anno della pandemia.

A seguire riportiamo alcuni estratti significativi dell’intervista a Paolo Cuoghi.

I risultati raggiunti da SIFÀ nel 2020 e gli ambiziosi obiettivi del 2021

Nonostante le difficoltà del mercato durante l’anno della pandemia, nel 2020 l’impegno del team di SIFÀ ha permesso di chiudere l’esercizio con un fatturato di circa 165 milioni di euro e una flotta gestita di 24.000 unità, a cui va a sommarsi l’importante traguardo di 9.500 nuovi ordini. Numeri straordinari che hanno posto stabilmente l’Azienda nella top ten dei player del Noleggio a Lungo Termine in Italia.

È stato possibile raggiungere questi risultati straordinari solo grazie al grande impegno e alla proattività di tutti i collaboratori di SIFÀ, i quali si sono messi in gioco con continuità e dedizione per intercettare e reagire prontamente alle nuove sfide del mercato trasformandole in opportunità. L’Azienda ha saputo affrontare i momenti critici limitando al massimo l’impatto su dipendenti, collaboratori, clienti e stakeholder, mantenendo relazioni aperte a 360 gradi, garantendo puntualità nei pagamenti ai fornitori e restando attivi e focalizzati sugli obiettivi. Il tutto garantendo, sempre, la piena sicurezza.

Inoltre, in questo momento particolarmente delicato, l’Azienda continua ad affrontare le sfide che il mercato propone con proattività, cura e resilienza: è a partire dal 2020 infatti che SIFÀ ha deciso di pubblicare il suo primo Bilancio di Sostenibilità. Una scelta coraggiosa che rappresenta il primo vero step verso una crescente trasparenza e un allineamento sempre maggiore degli interessi tra i vari Stakeholder, ovvero i driver per una crescita di valore sostenibile nel lungo periodo. Inoltre, con il Bilancio, si crea anche l’occasione di tracciare una panoramica di tutte le iniziative di sostenibilità realizzate nel triennio 2018-2019-2020, evidenziando come la Responsabilità Sociale d’Impresa debba essere una strada percorribile anche in contesti economici sfavorevoli, rappresentando un vantaggio competitivo, oltre che uno strumento di dialogo con clienti, fornitori, collaboratori e comunità locali.

SIFÀ dalla parte dei propri collaboratori

Il 2020 si è dimostrato essere un anno straordinario per SIFÀ, sotto ogni punto di vista, anche per quanto concerne la crescita dell’Azienda che ha visto aumentare i suoi ingressi con oltre 25 nuove assunzioni. Nei primi mesi del 2021, il trend di assunzioni è continuato superando ampiamente l’organico di 100 persone come dipendenti diretti, a cui si aggiungono i collaboratori che operano a tempo pieno per conto di SIFÀ nella gestione delle attività operative e dei sistemi informatici, nelle attività di customer service e nella logistica.

Questi numeri, che continueranno a crescere di qui a fine anno, oltre a testimoniare l’ottimo stato di salute dell’Azienda, rappresentano anche il significativo contributo di SIFÀ allo sviluppo dei territori in cui è presente, in primis a Reggio Emilia dove ha sede la Direzione generale e sede principale dell’Azienda.

L’attenzione verso il proprio personale è dunque un asset strategico. Nello specifico, è importante sottolineare come la Società, in un contesto di mercato in sofferenza causato dall’emergenza sanitaria, non abbia mai fatto ricorso alla cassa integrazione. A ciò si aggiungono anche i progetti a valore aggiunto che hanno coinvolto sempre di più e a diverso titolo tutti i collaboratori: in particolare, il progetto “Circular Mobility” con la pianificazione di diverse giornate di formazione insieme a docenti universitari a cui è seguito il contest interno “Circular Mobility Challenge”; il “Roadshow della Salute” in collaborazione con Fondazione Umberto Veronesi con quattro incontri dedicati ai temi della salute e della prevenzione in ottica di Responsabilità Sociale d’Impresa.

Una società virtuosa e attenta al benessere delle persone e dell’ambiente: i progetti promossi da SIFÀ

A dimostrazione del fatto che SIFÀ abbia a cuore la salute e il benessere del proprio personale, nel 2020 l’Azienda ha collaborato con Fondazione Umberto Veronesi nel progetto "Roadshow della Salute per SIFÀ​", un ciclo di webinar tenuto in orario lavorativo a cui ha partecipato tutto il team aziendale, fortemente voluto dall’Alta Direzione dell’Azienda con l’obiettivo di fare cultura e prevenzione in materia di salute, sia femminile sia maschile, attraverso percorsi formativi dedicati. Inoltre, l’Azienda ha presentato l’Agenda della Salute per SIFÀ: un documento “storico” di Fondazione Veronesi che è stato rieditato e ampliato nei contenuti grazie al contributo dell’Azienda e distribuito a tutti i collaboratori. In forza del grande successo ottenuto, il Roadshow della Salute nel 2021 è stato esteso anche ai Clienti e Partner di SIFÀ, a riprova dell’impegno dell’Azienda di investire sul benessere e sulla salute delle Persone e dell’intera comunità.

Da sempre sensibile ai temi della sostenibilità ambientale e sociale, SIFÀ si è fatta promotrice di un’importante iniziativa, con l’obiettivo di cambiare l’approccio alla mobilità attraverso la promozione di pratiche più sostenibili e responsabili. Il nuovo paradigma di “Circular Mobility” (marchio registrato) promosso da SIFÀ va in questa direzione e rappresenta la cornice dentro la quale si collocano tutte le iniziative di mobilità sostenibile e di Corporate Social Responsibility realizzate in Azienda. Il settore automotive, nella visione di SIFÀ, ha infatti l’imperativo di integrare i principi dell’Economia Circolare all’interno del proprio business per un uso più efficiente e sostenibile delle risorse, in una visione di sistema funzionale allo sviluppo di un ecosistema collaborativo, in cui aziende leader del settore pubblico e privato e startup innovative lavorino fianco a fianco.

È proprio il concetto di “circolarità” che differenzia in maniera rilevante il progetto di SIFÀ rispetto al proliferare di iniziative sulla mobilità sostenibile che, in molti casi, sono tra loro scollegate e non sempre inserite in un sistema reso virtuoso dalle potenzialità dell’insieme. L’obiettivo è quello di rispondere alle esigenze dei Clienti con l’offerta e l’implementazione di soluzioni di mobilità innovative e personalizzate, a ridotto impatto ambientale. L’iniziativa ha trovato convinto consenso e supporto da parte di Case Costruttrici, Aziende di primario livello ed Enti Pubblici. Questi importanti Partner hanno aderito al progetto Circular Mobility supportandolo pubblicamente, come dimostrato dalle testimonianze visibili sul sito Circular Mobility. È una condivisione di valori comuni e sensibilità il tratto che unisce e rafforza l’iniziativa fra SIFÀ e i suoi Partner, che rappresenta un positivo stimolo per ispirare altre realtà ad unirsi alla nostra Azienda in questa visione.

Quello della Circular Mobility è inoltre un progetto che coinvolge tutto il team di SIFÀ e che vede un forte commitment della Direzione a fianco dei dipendenti: nella prima parte dell’anno, infatti, l’Azienda ha lanciato il contest “Circular Mobility Challenge” interno fra tutti i colleghi, per stimolare la creazione di idee in ambito mobilità sostenibile e innovativa, da trasformare in nuove opportunità di business. Le soluzioni proposte sono state valutate da un Comitato di Valutazione interno, che ha selezionato le quattro più in linea con le strategie di business aziendali.

Ritardi sui tempi di consegna dei veicoli nuovi

Le restrizioni adottate con i provvedimenti di volta in volta emanati per fronteggiare la prima emergenza epidemiologica da COVID-19 hanno comportato una prolungata chiusura nel 2020 (oltre tre mesi) delle fabbriche delle Case automobilistiche, con il blocco della produzione dei veicoli nuovi. Ad aggravare la situazione c’è poi da considerare che tutti gli ordini pervenuti dopo la fine del primo lockdown hanno avuto una programmazione della produzione successiva al recupero della produttività persa nei mesi precedenti, con analoghi ritardi. Una situazione, questa, che ha impattato su tutta la filiera dell’auto in Europa, protraendo i propri effetti anche nel 2021, anche a causa del nuovo lockdown, che pure è stato meno “invasivo” del primo.

A queste criticità, nei primi mesi di quest’anno si è sommata anche una crescente difficoltà dei Costruttori ad approvvigionarsi di semiconduttori e microchip (in gran parte dirottati verso l’elettronica di consumo e la produzione di strumenti per lo smart working, pc portatili e tablet in primis). I semiconduttori e microchip oggi sono alla base dei sistemi di qualsiasi tipologia di veicolo, per cui questa criticità ha ulteriormente contribuito a rallentare i processi produttivi e di consegna dei veicoli stessi.

È una difficoltà oggettiva che condiziona inevitabilmente tutto il mondo dell’automotive ed anche l’attività degli operatori del Noleggio a Lungo Termine. Anche SIFÀ, come tutti gli attori del mercato, ha avuto difficoltà anche solo a reperire le informazioni dai Costruttori circa i tempi di consegna previsti per i veicoli ordinati e – pur attivando un serrato confronto quotidiano con le Case – è spesso impossibilitata ad adottare iniziative che possano indurre un’accelerazione sulla produzione dei veicoli nuovi.

È ben chiaro che l’emergenza epidemiologica da COVID-19 comporterà rilevanti ripercussioni nel medio e lungo periodo sul settore automotive in quanto il mondo della distribuzione dei veicoli nuovi dovrà fronteggiare questa difficile situazione ancora per diverso tempo.

A testimonianza che SIFÀ tiene molto al proprio rapporto di vicinanza e di fiducia con il Cliente, l’Azienda si è attivata fin da subito per supportare i Clienti e offrire loro adeguate soluzioni di mobilità, soprattutto con il nuovo servizio di Noleggio a Lungo Termine di Veicoli usati. Infatti, per le aziende clienti che necessitano di potenziare, in tempi rapidi, la propria flotta con mezzi subito disponibili per diversi settori – come il food, il pharma e la logistica dell’ultimo miglio – SIFÀ ha implementato la propria offerta con il rinoleggio del proprio usato in pronta consegna che, già nel corso del 2020, si è dimostrato essere un sostegno concreto per gestire improvvisi picchi di lavoro delle aziende. A questo servizio si è affiancata la vendita dei veicoli usati.

Paolo Cuoghi - Direttore Generale

Paolo Cuoghi

Direttore Generale

Seguimi su Linkedin

TOPICS

Potrebbe interessarti anche

Junior Video Contest Divulgazione Scientifica 2021
icona video

SIFÀ Partner per la 2° volta del Junior Video Contest di Divulgazione Scientifica: premiati i vincitori dell’edizione 2021

Leggi tutto

mobilità aziendale condivisa

Come cambia la mobilità aziendale tra noleggio, car sharing e car pooling

Leggi tutto

noleggio usato_SIFA

Noleggio a Lungo Termine Veicoli Usati SIFÀ: la soluzione per supportare la mobilità di aziende e privati

Leggi tutto

Contattaci subito per ricevere un'offerta su misura   Richiedi un preventivo