facebook pixel
auto e mobilita test
auto e mobilita test

L’automobile vince la partita della mobilità

È cambiata la mobilità durante questi mesi di pandemia? Sono emerse nuove necessità legate alle misure di contenimento e allo smart working? A queste e ad altre domande intende dare una risposta la ricerca “L’Italia riaccende i motori della mobilità – Nuove esigenze o abitudini consolidate?” condotta da ANIASA e dalla società di consulenza strategica Bain & Company. 

L’auto si conferma il mezzo preferito per gli spostamenti

Nonostante l’automotive sia il settore più colpito dalla crisi, come certifica l’Osservatorio Conti Pubblici Italiani rilevando una perdita di cassa di 10 miliardi di euro nel 2020 oltre a un incremento dell’indebitamento per circa 9 miliardi, la ricerca di Aniasa e Bain conferma che l’auto rimane centrale per la mobilità degli italiani: in seguito all’allentamento e poi all’eliminazione delle limitazioni agli spostamenti, l’utilizzo dell’auto è già tornato ai livelli pre-epidemia.

L’indagine, svolta su un campione rappresentativo di 1.000 residenti nelle principali città italiane, intervistati nel mese di maggio 2021, rivela che due italiani su tre scelgono l’auto per spostarsi, mentre è in calo l’impiego dei mezzi pubblici (solo il 42% degli intervistati li utilizza in modo ricorrente). Le quattro ruote sono la scelta preferenziale, in particolare, da chi si muove in periferia e dai pendolari. Alla preferenza accordata alle auto non corrisponde però un incremento di vendite, rimaste nei primi 5 mesi del 2021 sotto i livelli del 2019 (attestandosi a -28% rispetto a maggio 2019).

Anche il remote working ha inciso sulle scelte di mobilità. Infatti, secondo i dati emersi dalla ricerca, l’auto oggi è usata maggiormente da chi lavora meno da remoto, mentre car sharing e monopattini sono usati soprattutto da chi fa smart working per più di 3 giorni a settimana.

La mobilità elettrica cresce nelle metropoli e grazie alle flotte aziendali

Grazie anche agli incentivi per l’acquisto di auto “green”, gli italiani si stanno orientando verso l’ibrido, che ha assorbito quasi tutto il calo delle alimentazioni diesel e benzina, crescendo dal 6% al 18% (principalmente il mild hybrid). Sale di quota anche il segmento delle auto elettriche, in percentuale maggiore nelle grandi metropoli, grazie alla preferenza accordata dalle imprese e dalle società di Noleggio a Lungo Termine per le flotte aziendali. 

I vantaggi del Noleggio a Lungo Termine di auto elettriche e ibride

SIFÀ offre soluzioni di Noleggio a Lungo Termine di veicoli a basso impatto ambientale, con un approccio consulenziale che tiene conto delle esigenze di mobilità dei clienti e dei contesti di utilizzo dei veicoli, oltre che delle percorrenze abituali.

Uno dei principali vantaggi del Noleggio a Lungo Termine delle auto elettriche è la possibilità di guidare un modello di ultima generazione, in costante stato di efficienza, senza doversi occupare degli oneri gestionali e di manutenzione legati alla proprietà del mezzo. Il canone mensile è fisso e tutti i servizi sono inclusi.

Una delle ultime novità proposte dall’azienda guidata da Paolo Ghinolfi è il servizio di mobilità sostenibile integrata, che comprende, in un unico canone fisso mensile, il Noleggio a Lungo Termine dei veicoli elettrici insieme alla stazione di ricarica, per ricaricare in tutta comodità il proprio mezzo e averlo sempre pronto a disposizione per muoversi liberamente in città a zero emissioni.


Team SIFÀ

Team SIFÀ

Seguici su Linkedin

TOPICS

Potrebbe interessarti anche

Fleet manager

Fleet Manager: un ruolo chiave per la gestione aziendale del parco auto

Leggi tutto

auto elettriche piu economiche 2021

Le auto elettriche più economiche da acquistare nel 2021

Leggi tutto

Noleggio Auto Elettriche

Noleggio Lungo Termine di auto elettriche: perchè conviene e le migliori offerte per privati e aziende

Leggi tutto